So che può essere superfluo e futile ripeterlo dopo un anno, ma al netto delle proprie disgrazie personali bisogna sempre - anche dopo 365 giorni - cercare di convertire questo senso di vuoto in potenziale assoluto delle nostre vite. Non è la fine, anche nel caso in cui la nostra vita sia stata stravolta e i nostri vecchi desideri abbiano dovuto lasciare il posto a dei nuovi. A volte, anzi, va anche meglio così

PS. è una citazione a 1Q84? Nel caso ho apprezzato!

Scrivo di quello che mi va, quando mi va, se mi va.